Stai bloccando la pubblicità?
La pubblicità è il nostro unico mezzo di finanziamento: senza pubblicità non possiamo lavorare per produrre contenuti che tu puoi leggere GRATIS. Per favore, metti AreaNapoli.it in white-list. Ti ringraziamo in anticipo.
Redazione12 GEN 201915:45

Sentite Bosco: "La Juventus si trova dentro ad una storiaccia! Vogliamo dirlo? Un bel casino"

Il giornalista nel suo editoriale mette in evidenza la situazione relativa al giocatore argentino ex Napoli.

Andrea Bosco, nel suo editoriale su tuttojuve.com, evidenzia: "La Juventus, per Higuain, suo malgrado si trova dentro ad una “storiaccia". Dice il Milan: se Higuain non segna e non mi porta al quarto posto valevole per la Champions non lo riscatto a giugno. Se Higuain vuole andare al Chelsea a gennaio, va alle mie condizioni. Non si capisce, peraltro, quali potrebbero essere, le condizioni del Milan. Un giocatore in cambio? Morata torna in Spagna. Per Kean la Juve (a mio parere, giustamente) sta dicendo no a tutti. Quindi, chi?

Il Milan ha sottoscritto un impegno di 18 milioni per il prestito di Higuain. Visto che sono due rate, finora ne ha pagati 9. A breve, dovrebbe versarne altri 9. Poi a giugno altri 36. Higuain prende al Milan 9 milioni e rotti a stagione. Al lordo dovrebbero fare circa 16. Solo un matto spende 35 milioni per un giocatore che poi rimanda indietro.

 Ma forse, al Milan, matti non sono. Se Higuain viene ceduto al Chelsea a gennaio, il Milan spende “solo“ 9 della prima rata, più la metà dell'ingaggio: un bel risparmio. Ma c'è un ma. Visto che la Juventus, quei 54 milioni totali della cessione di Higuan li ha già messi  a bilancio, al Chelsea per “agevolare“ le esigenze del Milan si vedrebbe costretta a richiedere, non  già 36, ma 45 milioni. I 36 pattuiti con il Milan e i  9 che Leonardo risparmierebbe.

Cifra che il Chelsea mai spenderà. Higuain ha un contratto di quattro anni, del quale il Milan si libererebbe. Perché c'è un altro aspetto: Higuain ha 31 anni. A 34/35 (se ti resta in rosa) a chi lo vendi? Neanche in Cina. E detto senza perifrasi: Higuain non è Cristiano Ronaldo. Non ha la sua “etica“ del lavoro. E' bravissimo. Tornerà a segnare. Ma la bilancia è sempre stata una sua nemica. Vogliamo dirlo? Un bel casino".